Powered by JoomlaGadgets

VISITE

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi106
mod_vvisit_counterQuesta settimana3251
mod_vvisit_counterQuesto mese9416
mod_vvisit_counterIntero periodo451797

Sito della Prof.ssa Angelucci
Master in Innovazione Dell'Insegnamento della Fisica moderna e Orientamento (IDIFO) PDF

Sono laureata in matematica e quando studiavo all'università la fisica non mi piaceva per niente (già non mi era piaciuta frequentando il Liceo Scientifico...) e così ho fatto il minor numero di esami possibile e, anche grazie al modo insensato che si utilizzava allora a Matematica per insegnare la fisica (matematizzazione spinta, nessuna attenzione ai fondamenti e ai significati), mi sono avvicinata alla scuola di abilitazione per l'insegnamento (SSIS) di matematica-e-fisica senza saperla per niente, la fisica!!!

Poi è successa una cosa: l'esame d'ingresso alla SSIS l'avevo superata ma m'avevano tanato: dovevo effettuare un esame suppletivo in fisica... Ho così passato tutta l'estate a studiare su di un corso per il Liceo (tre volumi) ormai fuori commercio (non ricordo chi me l'abbia consigliato ma gliene sarò grata per sempre ): Battimelli-Stilli, Le vie della Fisica, Zanichelli, in cui gli autori fanno l'esatto contrario di quel che ho descritto succedere all'università: raccontano i ragionamenti e i concetti della fisica prima di presentarne la scrittura matematizzata (che poi al liceo fa ridere la scrittura matematizzata perché non si utilizza il calcolo differenziale e senza quello è tutto un po' buffo e molto farraginoso...) ed è successo il grande cambiamento: la fisica non era poi così male! (a dirla proprio tutta il primo barlume devo averlo avuto seguendo all'università un corso di storia della matematica che poi era un corso di storia della fisica, anzi della meccanica, tenuto dal prof Israel).

Altri corsi seguiti alla SSIS contribuirono ad avvicinarmi ulteriormente a questa materia, però restava il fatto che la sapevo poco. E così quando mi si è presentata l'occasione di frequentare questo master l'ho fatto molto volentieri e, in effetti, mi ha insegnato qualcosa ancora in più sulla fisica classica, in particolare sui suoi fondamenti, e mi ha introdotto un pochettino (ehm) alla fisica moderna (che è uno scandalo non si arrivi a studiare a scuola)...

Ecco qui la tesi del master. Per sapere di cosa si tratta leggete l'introduzione e scorrete l'indice!

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, e non utilizza cookie di profilazione. Per saperne di più sui cookie consultare la pagina Cookie Policy.

Accetto i cookie da questo sito.