Powered by JoomlaGadgets

VISITE

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi44
mod_vvisit_counterQuesta settimana1099
mod_vvisit_counterQuesto mese4537
mod_vvisit_counterIntero periodo568639

Sito della Prof.ssa Angelucci
"I molti stili della narrativa d'oggi" di Luigi Matt PDF

Il linguaggio degli scrittori contemporanei italiani viene accusato, generalmente, di essere "povero".

La tesi di Luigi Matt, in quest'articolo per Treccani, è che si tratti di un linguaggio semplice - non povero - un linguaggio medio che assume caratteristiche molto differenti da scrittore a scrittore: dalla mediocrità cialtrona e rozza di Moccia, all'inutilità di Giordano, su su fino a coloro i quali Luigi Matt considera scrittori a tutti gli effetti.

In particolare, in relazione agli scrittori VERI, questo linguaggio semplice ha giustificazioni stilistiche precise e offre - secondo Luigi Matt - "possibilità espressive quasi illimitate".

Perché questo post in un sito dedicato alla matematica e alla fisica? Perché la cultura è una e indivisibile e il linguaggio cambia da branca a branca ma mantiene caratteristiche di base comuni.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, e non utilizza cookie di profilazione. Per saperne di più sui cookie consultare la pagina Cookie Policy.

Accetto i cookie da questo sito.